IL LUOGO

Piscinas

Siamo nella Sardegna sud-occidentale, nell’area della Costa Verde, 47 km di costa selvaggia e spettacolare del comune di Arbus. La fitta macchia mediterranea tra lentischi, ginestre, corbezzoli e ginepri secolari degrada dolcemente fino a scoprire una distesa di dune di sabbia finissima, tra le più alte d’Europa, modellate dal vento, che diventano spiagge infinite bagnate da un mare cristallino. Dichiarate da UNESCO “patrimonio dell’umanità”, queste dune sono abitate dal cervo sardo, abitualmente avvistato al tramonto o alle prime luci dell’alba. E questo tratto di costa incontaminata è scelto dalle tartarughe marine per nidificare nelle notti di giugno e luglio.

IL LUOGO

Piscinas

Siamo nella Sardegna sud-occidentale, nell’area della Costa Verde, 47 km di costa selvaggia e spettacolare del comune di Arbus. La fitta macchia mediterranea tra lentischi, ginestre, corbezzoli e ginepri secolari degrada dolcemente fino a scoprire una distesa di dune di sabbia finissima, tra le più alte d’Europa, modellate dal vento, che diventano spiagge infinite bagnate da un mare cristallino. Dichiarate da UNESCO “patrimonio dell’umanità”, queste dune sono abitate dal cervo sardo, abitualmente avvistato al tramonto o alle prime luci dell’alba. E questo tratto di costa incontaminata è scelto dalle tartarughe marine per nidificare nelle notti di giugno e luglio.

Luogo 6
Luogo 5
Luogo 4
Luogo 3
Luogo 2
Luogo 1
NEI DINTORNI

Il sito minerario

Lungo la strada che conduce a Piscinas si attraversa uno vasto sito di archeologia mineraria: a fine ’800 Ingurtosu era uno dei centri minerari più importanti della Sardegna e fra i principali di tutta l’Europa. Nel 1899 il passaggio di proprietà alla società inglese Pertusola Limited, di cui era presidente Lord Brassey, segnò lo sviluppo delle miniere con investimenti e nuovi impianti. in questo periodo l’area di Ingurtosu raggiunse una popolazione di circa 6000 persone, di cui 2500 impiegati nell’attività estrattiva. La crisi sopraggiunse a metà ‘900 con l’esaurimento del filone estrattivo e la progressiva chiusura del sito.

NEI DINTORNI

Il sito minerario

Lungo la strada che conduce a Piscinas si attraversa uno vasto sito di archeologia mineraria: a fine ’800 Ingurtosu era uno dei centri minerari più importanti della Sardegna e fra i principali di tutta l’Europa. Nel 1899 il passaggio di proprietà alla società inglese Pertusola Limited, di cui era presidente Lord Brassey, segnò lo sviluppo delle miniere con investimenti e nuovi impianti. in questo periodo l’area di Ingurtosu raggiunse una popolazione di circa 6000 persone, di cui 2500 impiegati nell’attività estrattiva. La crisi sopraggiunse a metà ‘900 con l’esaurimento del filone estrattivo e la progressiva chiusura del sito.

La parte più scenografica del sito archeologico minerario è certamente la Laveria Brassey, contornata da enormi accumuli di materiale di scarto, ormai sedimentati. All’epoca, dal piazzale antistante, partiva una linea ferroviaria che consentiva di trasportare i minerali estratti di blenda e galena fino al mare per poter essere poi imbarcati. Sulla spiaggia di Piscinas sono ancora visibili alcuni dei carrelli ferroviari utilizzati per il trasporto.
Alla chiusura, il magazzino addetto allo stoccaggio dei minerali in spiaggia fu trasformato prima in colonia estiva e poi in piccolo hotel. E’ qui che oggi, dopo 3 anni di chiusura per un’attenta e rispettosa ristrutturazione, Le Dune Piscinas accoglie i suoi ospiti.

La parte più scenografica del sito archeologico minerario è certamente la Laveria Brassey, contornata da enormi accumuli di materiale di scarto, ormai sedimentati. All’epoca, dal piazzale antistante, partiva una linea ferroviaria che consentiva di trasportare i minerali estratti di blenda e galena fino al mare per poter essere poi imbarcati. Sulla spiaggia di Piscinas sono ancora visibili alcuni dei carrelli ferroviari utilizzati per il trasporto.
Alla chiusura, il magazzino addetto allo stoccaggio dei minerali in spiaggia fu trasformato prima in colonia estiva e poi in piccolo hotel. E’ qui che oggi, dopo 3 anni di chiusura per un’attenta e rispettosa ristrutturazione, Le Dune Piscinas accoglie i suoi ospiti.

HOTEL LE DUNE PISCINAS
ECORESORT & BEACH *****L

Via Bau 1, Loc. Piscinas
Ingurtosu, 09031 Arbus (VS)
Sardegna – Italy

P.I. 08249620967
SDI 5RUO82D

HOTEL LE DUNE PISCINAS
ECORESORT & BEACH *****L

Via Bau 1, Loc. Piscinas
Ingurtosu, 09031 Arbus (VS)
Sardegna – Italy

P.I., CF e reg Impr. nr. 08249620967
SDI 5RUO82D